Focaccia pugliese: una merenda sana e gustosa

Appetitosa, soffice, delicata… la focaccia pugliese è tutto questo e ha un grandissimo vantaggio: si può preparare facilmente anche in casa. Basta armarsi di un po’ di pazienza (la procedura è lunga, ma ne vale la pena), seguire le indicazioni e, soprattutto, munirsi degli ingredienti giusti e di qualità per preparare con le vostre mani una merenda sana e gradita a bimbi e genitori!

LEGGI ANCHE: Muffin alla mele senza latte e burro

 

FOCACCIA PUGLIESE: INGREDIENTI

Per l’impasto occorrono:

  • 300 grammi di acqua a temperatura ambiente,
  • 2 cucchiaini di lievito di birra secco disidratato,
  • 200 grammi di farina ‘0, 
  • 200 grammi di farina di semola rimacinata – ancora meglio se fatta con grano decorticato a pietra, come quella della Molisana –,
  • 100 grammi di farina manitoba,
  • 150 grammi di patate intere (da lessare),
  • 15 grammi di sale e
  • 2-3 cucchiai di olio.


Per condirla invece serviranno

  • 500 grammi di pomodori ciliegini,
  • origano,
  • 15-20 olive nere pugliesi,
  • sale
  • olio extravergine d’oliva. 

RICETTA FOCACCIA PUGLIESE: PREPARAZIONE

Ecco tutti i passaggi necessari per la preparazione di una buonissima e soffice focaccia pugliese.

Prima di tutto si dovranno miscelare insieme tutte le farine, prenderne poi 95 grammi e disporli in una ciotola insieme al lievito e a 100 grammi d’acqua, lavorando il tutto con le mani per ottenere un lievitino morbido. Fatto questo, bisognerà coprirlo con della pellicola e lasciarlo lievitare a una temperatura di circa 26° per 2 ore, fino a farlo raddoppiare di volume.


Poi bisognerà lavare, pelare e bollire le patate, schiacciandole per ottenere una purea e facendole raffreddare prima di unirle all’impasto.

A questo punto unire in una ciotola il lievitino delle tre farine, l’acqua rimanente e la purea di patate. Amalgamare il tutto fino a far assorbire i liquidi completamente e unire a poco a poco l’olio e il sale. Una volta che l’impasto sarà pronto, bisognerà stenderlo sul tavolo di lavoro precedentemente spolverato di farina manitoba.

E’ ora il momento di lavorare l’impasto con le mani fino a farlo diventare una palla con la superficie liscia e uniforme. Coprire poi con la pellicola e lasciare lievitare per circa 3 ore. Dopo questa seconda lievitazione sarà necessario stendere l’impasto su una teglia ben oliata e lasciarlo di nuovo a lievitare per 30 minuti. Tagliare quindi a metà i pomodorini, condirli con sale, olio e origano e inserirli premendo leggermente sull’impasto, alternandoli con le olive nere.

Far lievitare per altri 90 minuti e poi infornare in modalità statica, facendo cuocere la focaccia a 200° per 12-14 minuti nella parte bassa del forno e poi a seguire altri 7-8 minuti nella parte medio-alta in modalità grill. Naturalmente ogni forno avrà i suoi tempi, quindi è meglio tenere sempre d’occhio la focaccia durante la cottura, per evitare che si bruci.

LEGGI ANCHE: Torta morbida alla marmellata

 

Perché unire la semola alla farina?

Perché bisogna unire la farina di grano tenero con quella di semola? Perché si tratta di due ingredienti che presentano delle caratteristiche che si compensano. La prima, infatti, ha una capacità di assorbimento minore dell’acqua, si lavora meglio a mano ed è più elastica, ma l’impasto sarà anche decisamente meno tenace. Gli impasti fatti con la semola sono invece più complicati da lavorare, ma presentano le caratteristiche ideali per la panificazione e la produzione di pasta, oltre a non richiedere l’uso delle uova.

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services