Lunii, la fabbrica delle storie per bambini senza tablet né tv

Lunii, la scatola magica che racconta le storie

Secondo uno studio della Società Italiana di Pediatria sulle abitudini dei bambini e il loro utilizzo della tecnologia, il 96,6 % dei bambini di età compresa tra i 6 mesi e 4 anni utilizzano in maniera costante media device come smartphone, tablet o TV, molti di loro (92%) iniziano ad usarli nel primo anno di vita e dall’età di due anni li utilizzano giornalmente. Gli effetti dannosi più riportati sono le interazioni con lo sviluppo neuro-cognitivo, l’apprendimento, il benessere, la vista, l’udito e le funzioni metaboliche e cardiocircolatorie. In questo quadro tra il desolante e l’allarmante, ecco una buona notizia: la StartUp Francese Lunii  ha inventato una “scatola magica” che ti racconta delle storie senza utilizzare degli schermi. Io, da nostalgica anni ’80 delle “Fiabe sonore” (come dimenticare “A mille ce n’èèèèè”) non posso che gioire di questo marchingegno, che ha veramente dato nuova luce a questo lockdown da coronavirus: ora Lunii racconta le storie alla mia bambina, e io posso alternarmi con lui (oramai è come se fosse mio amico) nella lettura dei libri.

LEGGI ANCHE: Perché regalare libri ai bambini

I danni degli schermi sui bambini

Oltre che un’invenzione meravigliosa, Lunii evita anche delle problematiche che forse non tutti i genitori conoscono: come mi ha raccontato Marta Versiglia del Cpp in un’intervista per Nostrofiglio.it: “Se un bambino fissa uno schermo per ore, non ha occasione di sviluppare la manualità. Questo potrebbe comportare grandi probabilità di avere ritardi nel linguaggio e il piccolo potrebbe incorrere in disturbi dell’apprendimento. Spesso nel mio studio arrivano genitori con bambini di 3 anni che tardano a parlare in maniera comprensibile: approfondendo la situazione con i genitori, capiamo che sono abituati da tempo ad utilizzare videoschermi”.

LEGGI ANCHE: Libri da leggere ai neonati

Come funziona Lunii

Ad oggi Lunii si presenta poco più grande di un libricino: il dispositivo è senza onde né batterie, ed è facile da utilizzare grazie a pulsanti molto intuitivi, oltre che essere ergonomico e pratico da maneggiare.

Il gioco è composto da due parti:

La Fabbrica delle Storie: un piccolo apparecchio che racconta storie su richiesta, coinvolgendo i bambini nelle avventure che ascoltano e rendendoli partecipi attraverso le diverse azioni possibili sulla scatola magica.
Luniistore: una libreria digitale sotto forma di applicazione, dove acquistare e scaricare tutte le storie, le filastrocche e i giochi presenti nel catalogo di artisti ed autori tra i più premiati ed importanti a livello Italiano. L’app è disponibile per PC e MAC, disponibile sul sito ufficiale.

 

Come è nata l’idea di Lunii?

 “L’idea di Lunii è nata dalla tesi di laurea di Maëlle Chassard, la fondatrice” – spiega Lorenzo Asuni, Communications Manager Italy. “Preparando la sua tesi di laurea, Maëlle si rese conto che l’immaginazione era messa seriamente a rischio dal troppo tempo passato dietro lo schermo. In seguito Maëlle ha approfondito l’argomento capendo i danni enormi sui bambini di questo comportamento e discutendo del progetto con gli altri co-fondatori, Igor, Eric e Thomas, già suoi amici di lunga data, e dopo alcuni prototipi…La Fabbrica delle Storie ha preso vita!”.

In che cosa Lunii è meglio di un tablet?

Lunii è un giocattolo educativo, creato con l’obiettivo di combattere la “dipendenza” da schermi nei più piccoli. Bisogna infatti sapere che, come indicato dalla Società Italiana di Pediatria, l’utilizzo costante di TV, Smartphone e Tablet sopratutto nei primi anni di vita ha effetti dannosi sullo sviluppo neuro-cognitivo, l’apprendimento, il benessere, la vista e l’udito. L’abuso da schermi crea nei bambini un deficit di creatività: noi come Lunii vogliamo dare un’alternativa ai genitori restituendo ai bambini la possibilità di immaginare e sognare come si faceva una volta.”

Con La Fabbrica delle Storie di Lunii nessun genitore deve preoccuparsi di concedere al bambino dei momenti di svago con un dispositivo tecnologico. Non c’è possibilità di immagini o contenuti non adatti alla tenera età. Tutto è filtrato prima da Lunii e poi dal genitore stesso, nel momento in cui decide di aggiornare il dispositivo scaricando nuove storie dal Luniistore.Lo schermo de La Fabbrica delle Storie è totalmente sicuro e adatto ai bambini. Si tratta di una collezione di emozioni e immagini che stimolano l’inventiva dell’ascoltatore.

Chi sono i Lunii italiani

Molti sono i cantastorie con cui Lunii arriva in Italia: si parla di autrici  del calibro di Susanna Mattiangeli, già autrice Il Castoro e Toppittori. Altre storie sono quelle tradotte da autori esteri, principalmente francesi (data la provenienza della casa editrice).

Lunii e il Coronavirus: io resto a casa e ascolto storie

Tutte le settimane,Lunii mette a disposizione gratuitamente nel Luniistore dei libretti di attività da stampare, nella speranza che occupino e intrattengano tanto i bambini che gli adulti.
Scoprite: dei mini-quiz, delle attività in cucina, o ancora dei giochi di società che potrete fare ascoltando le storie dei vostri eroi preferiti.

Dove comperare Lunii 

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services