Perché regalare libri ai bambini

Compleanni, Natale, prima Comunione ma anche battesimo o visita a sorpresa: a regalare un libro ad un bambino non si sbaglia MAI, si fa sempre bella figura ma soprattutto gli si fa del bene. Proviamo a capire perché.

Perché i libri sono il regalo migliore che si può fare ad un bambino?

“Personalmente credo che sia un bellissimo regalo, un gesto molto generoso, perché si dà l’opportunità al bambino di passare del tempo sognando, immaginando storie: sfogliando le pagine, si spalancano le porte della fantasia e della conoscenza del mondo” ci racconta Francesca Archinto (qui descritta nel mensile Andersen), editrice di Babalibri. “Quando un bambino da zero a 6 anni legge un libro, lo fa in compagnia di mamma e papà o degli amici e dei compagni di classe. Significa passare del tempo di qualità in intimità con qualcuno a cui si vuole bene”.

Non si tratta di un’abitudine poi così diffusa: “purtroppo ci sono bambini che non hanno l’abitudine di avere tra le mani un libro: significa privarli della possibilità di conoscere e vivere storie, di scatenare la fantasia”.

LEGGI ANCHE: Libri da leggere ai neonati

Perché leggere per i bambini è importante? In cosa li aiuta?

“Io non demonizzo i cartoni animati o i video, ma si tratta di una fruizione passiva: nel cartone non giro le pagine, non posso soffermarmi a guardare un disegno e rifletterci sopra tutto il tempo che mi è necessario. Il libro invece ha immagini fisse che è il lettore a muovere. Un bambino che legge libri cresce sapendo che nei libri ci sono le storie, delle cose belle e interessanti da scoprire. Quindi quando avrà 6 anni e dovrà decodificare le lettere, lo farà consapevole del fatto che dentro ai testi ci sono delle cose che valgono. I bambini che non leggono a sei anni si trovano a dover fare una fatica enorme nell’imparare a scrivere senza capire il motivo di tutto questo sforzo”.

Leggere libri poi accresce notevolmente le competenze cognitive e linguistiche: il bambino ha l’occasione di imparare più parole ma anche di imparare i meccanismi della vita sociale attraverso una relazione mediata. Facciamo un esempio: se sento un’emozione forte mentre leggo un libro (ad esempio se ho paura del lupo) posso chiuderlo e pensarci su. Nella realtà o nel cartone animato non posso farlo”.

“Non posso sentire frasi come “cosa gli regalo a fare un libro? Tanto non sa leggere”. No, dall’anno di vita tutti sanno codificare le immagini!”.

LEGGI ANCHE: I libri da leggere in gravidanza secondo noi

Perché affidarsi ai consigli di un libraio per comperare i libri?

“Semplice: se offri ad un bambino dei libri brutti, smetterà di leggerli e finirà nel 60% di italiani adulti che non leggono neanche un libro. Invece di scegliere a caso, meglio affidarsi ad una persona competente”.

Perché vi siete tolti da Amazon?

“Tutto questo è successo nel 2016: non siamo riusciti a trovare un accordo economico. Io non sono contraria alle librerie online e infatti siamo su Ibs, ma per una piccola casa editrice come la nostra lo sconto che ci veniva chiesto era troppo alto”.

Libri da regalare ai bambini: qualche consiglio diviso per età

LIBRI PER BAMBINI DI UN ANNO – “L’uccellino fa”: perché ci sono i versi e i suoni che fa ogni disegno e perchè è molto adatto all’età: poche immagini, fondo piatto, personaggi con un contorno nero per essere distinti dal fondo.

LIBRI PER BAMBINI DI DUE ANNI “Io vado” o “Prendilo!” perché hanno immagini semplici e ben delineate e una storia che richiama le loro prime “avventure”.

LIBRI PER BAMBINI DI TRE ANNI “Sono io il più forte” è la storia di un lupo che cammina nel bosco e incontra una serie di personaggi, con un colpo di scena finale. E’ adatto a questa fascia d’età perché si tratta di un animale che attiva curiosità e timore, che i bambini vorrebbero “sperimentare” ma di cui hanno anche un po’paura.

LIBRI PER BAMBINI DI QUATTRO ANNI “Gita sulla luna” è un silent book (anche se non amo molto questa definizione perchè si tratta di libri che “scatenano” parole) che racconta di una gita scolastica sul nostro satellite e permette ai bambini di essere loro a raccontarci la storia.

LIBRI PER BAMBINI DI CINQUE ANNI “Cornabicorna”: si tratta di un libro con una storia e una trama un pochino più complesse – intrecci narrativi più ricco e una storia più lunga che vede protagonisti una strega e il piccolo e astuto Pietro che riesce sempre ad imbrogliarla.

LIBRI PER BAMBINI DI SEI ANNI “L’apprendista stregone”: tutti conosciamo questo poema di Goethe grazie a Fantasia. Io suggerisco si di guardare il cartone, ma anche di sfogliare il libro: ci sono pagine piene di dettagli dove si può vedere un villaggio dell’ottocento in tutti i suoi particolari.

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services