“L’angolo dell’arte”, il libro che suggerisce tanti laboratori creativi per bambini

laboratori creativi per bambini

LABORATORI CREATIVI PER BAMBINI

Ecco un altro suggerimento per affrontare i lunghi pomeriggi estivi all’insegna dell’arte e scacciare via il rischio di annoiarsi. Dopo la lettura di “Un pomeriggio super“, questa volta vi consigliamo un manuale per mettere le mani in pasta, divertendosi e mettendo in pratica la creatività. I bambini ne saranno entusiasti. Si tratta de “L’angolo dell’arte” (L’Ippocampo Edizioni), e il sottotitolo parla chiaro: “Laboratori creativi per bambini“. Una lunga serie di idee facili da realizzare, appassionanti e colorate, lontano mille miglia dal timore di essere giudicati. Le abbiamo sfogliate per voi e per i vostri piccoli artisti!

Il mondo più bello entra sempre attraverso l’immaginazione (Helen Keller)

27 ESPERIENZE DI PROCESS ART PER INCORAGGIARE IL PENSIERO ORIGINALE

L’autrice, Barbara Rucci, presenta 27 diversi laboratori dedicati ai bambini, dal “mini acquerello con i cotton fioc” al “collage con gli stampi”, da “come si dipinge una scatola” a come si realizza una “torta di cartone”. Ne “L’angolo dell’arte” sono presenti anche, sotto forma di schede, gli approfondimenti di Betsy McKenna, che si ispira al Reggio Emilia Approach, filosofia educativa che si fonda sull’immagine di un bambino e di un essere umano portatori di forti potenzialità di sviluppo e soggetti di diritti, che apprendono e crescono nella relazione con gli altri. Si tratta di un progetto educativo globale, che viene portato avanti nelle Scuole e nei Nidi d’infanzia del Comune di Reggio Emilia e al quale si ispirano scuole di tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: Storie di amicizia da leggere in estate

“L’angolo dell’arte. Laboratori creativi per bambini” (L’Ippocampo Edizioni)

PROCESS ART, COS’È

La creatività richiede coraggio (Henri Matisse)

Il segreto della process art? “Privilegiare il processo creativo rispetto al risultato finale. Fare arte è divertente in sé, il bambino deve sentirsi libero di “trafficare”, di esplorare tecniche e materiali, e di esprimersi senza l’incubo di sbagliare“: così si legge sulla quarta di copertina. Non vi viene già voglia di accettare gli “inviti creativi” proposti dal manuale?

Nella process art il bambino

  • è guidato dai suoi interessi e dalle sue scelte
  • assimila conoscenze attraverso un’indagine personale
  • viene incoraggiato ad usare il linguaggio per riflettere sulle sue esperienze
  • impara a visualizzare i suoi pensieri attraverso attività creative

LO SPAZIO DELL’ARTE

La prima cosa che viene consigliata dal libro è quella di allestire un angolo dell’arte (a pagina 18 del libro trovate tutti i consigli per farlo al meglio): uno spazio semplice ma funzionale – ad esempio in cucina o nel soggiorno – dove i piccoli possono esprimersi in totale autonomia utilizzando gli strumenti che gli adulti propongono loro per fare arte.

LEGGI ANCHE: “La musica del silenzio”, il laboratorio inclusivo per ascoltare con il corpo (VIDEO)

Il ruolo degli adulti è quello di ispiratori e osservatori, accanto ai bambini per incoraggiarli nella scoperta, nella condivisione e nella fiducia nelle proprie capacità creative.

A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino (Pablo Picasso)

COME USARE IL LIBRO

Nel libro sono contenuti 27 inviti creativi, che vanno dai progetti più semplici a quelli più elaborati (suddivisi in fasi) fino a quelli che prevedono un lavoro di gruppo. L’autrice suggerisce di cominciare da dove si vuole, ma spiega anche che esiste un ordine cronologico: i primi laboratori, che richiedono pochi materiali, sono i più semplici. Detto questo, ogni laboratorio ha la possibilità di essere adattato all’età e alle capacità del proprio bambino.

QUALCHE ESEMPIO DI LABORATORI CREATIVI PER BAMBINI

Lasciamo a voi l’esplorazione del libro, consigliandovi di conoscerlo a piccoli passi, sperimentando con i vostri piccoli dopo aver creato il vostro spazio dell’arte. Ecco però un assaggio di quello che troverete e che i bimbi potranno realizzare: quadri con cornice (con carta, cartone e acquerelli), “dipingere, cucire, legare” (laboratorio nel quale i bambini esplorano la forma circolare e imparano le regole fondamentali del cucito), autoritratti (con acquerelli e pennarello nero indelebile, per esprimere cosa significhi essere così come si è), e ancora “dipinti a fisarmonica“, “stampe con i muffin”, “monotipi su plastica“, “sculture mobili”, “grucce a cuore” e “robot riciclati“. Un meraviglioso mondo da scoprire e inventare.

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services