Bambini, cellulari e tablet: i consigli per un uso corretto

uso dispositivi tecnologici bambini

BAMBINI CELLULARI TABLET

I pediatri hanno detto no a tablet e cellulari per i bambini sotto 18 mesi. Dopo, fino ai due anni, i genitori devono accuratamente scegliere video e app per i loro piccoli ed essere presenti mentre le utilizzano. Fino ai cinque anni, poi, l’uso di questi dispositivi non deve essere superiore a un’ora al giorno.

Su tutte una è la regola principale per i medici: che i dispositivi digitali non siano utilizzati come baby-sitter.

#LEPERLEDIMARTA: Come combattere la stanchezza delle neomamme

Del resto, da un sondaggio del Centro per la Salute del Bambino onlus, in collaborazione con l’Associazione Culturale Pediatri, è emerso che il 60% dei genitori lascia che i piccoli utilizzino i cellulari in autonomia dopo il secondo anno di vita, percentuale che arriva all’80% tra i bimbi che hanno più di cinque anni. E più l’età aumenta, più tempo sono lasciati con questi strumenti tra le mani.

USO SMARTPHONE BAMBINI

C’è da dire che bandire l’utilizzo dei dispositivi tecnologici è oggi praticamente impossibile: noi stessi infatti li usiamo molte ore al giorno e i bambini ci vedono mentre li utilizziamo. È dunque importante capire come evitare gli eccessi e facilitare un rapporto sano con questi oggetti.

«In generale trovo che l’utilizzo dei cellulari, smartphone e device non sia da demonizzare in toto, perché in qualche modo tutti noi adulti ne siamo coinvolti» spiega la pedagogista e fondatrice di Mammechefatica Marta Bruzzone.

Fin da quando sono molto piccoli, i bambini sono molto attratti da questi dispositivi che producono suoni e smuovono immagini. «Al giorno d’oggi è impensabile una vita senza cellulari; per questo è ancora più importante regolarne l’utilizzo, offrendo limiti chiari e coerenti».

#LEPERLEDIMARTA: Come contenere la rabbia nei bambini, i consigli della pedagogista

Fondamentale è dare il buon esempio: «È inutile dire ai nostri bambini: “basta, non giocare più con il tablet”, se poi noi lo utilizziamo sempre». Una volta fissati dei limiti bisogna poi rispettarli nel corso della routine quotidiana.

IL CELLULARE FA MALE AI BAMBINI?

Un utilizzo eccessivo di questi dispositivi è molto nocivo: «Non è sano per lo sviluppo psicofisico del bambino stesso. Giocando e stabilendo una connessione continua il bambino potrebbe poi avere dei rischi dal punto di vista della socializzazione: quali sintomi di depressione infantile o di isolamento».

Il punto fondamentale a cui i genitori devono prestare particolare attenzione è che «questa connessione con i tablet non sostituisca il rapporto e la relazione umana».

Un modo per evitare gli eccessi è quello di usare insieme smartphone e tablet: «consiglio sempre di stare accanto ai bambini quando utilizzano questi dispositivi per controllare e cercare di capire come giocano».

GUARDA IL VIDEO

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services