‘Quanto mi manchi’: il progetto di alternanza scuola-lavoro che scatena il designer nascosto negli studenti

Alternanza scuola lavoro Milano

Possono dei giovani studenti di un liceo milanese trasformarsi in designer ideatori di una campagna sociale? La risposta è si, perché la prova concreta ce l’ha data “Quanto mi manchi”, il progetto Social Design Lab a cura di Cinzia Piloni e Giuseppe Liuzzo (IED Milano). Si tratta di un workshop ideato per Alternanza Scuola- Lavoro fra IED e il Liceo Preziosissimo Sangue: la finalità (condivisa tra gli ideatori, la Dottoressa Gloria Zigon per IED e il Preside del Liceo Preziosissimo Sangue Prof. Angelo Sabbadini) era capire come gli studenti del liceo vedono la città, quali parti della città in cui vivono riescono a vedere (di cui magari noi adulti non ci accorgiamo) e quanta Milano  è a loro totalmente sconosciuta.

Seguendo uno dei princìpi ispiratori di Alternanza Scuola Lavoro, anche in questo progetto il senso profondo è stato quello di unire le diverse visioni, conoscerle e onorarle per avere uno sguardo sulla realtà più ampio e consapevole.

Alternanza Scuola lavoro, il progetto  ‘Quanto mi manchi’

Nello specifico del progetto “Quanto mi manchi”, attraverso la tecnica del “MAPPING” gli studenti si sono cimentati nel raccontare Milano con i loro occhi. Il gruppo di lavoro è stato guidato da professionisti della comunicazione e messo nelle condizioni operative ottimali grazie a una struttura progettuale elaborata ad hoc.

“L’obiettivo del workshop è stato quello di creare una campagna di comunicazione sociale, tema non semplice per dei ragazzi così giovani e non esperti nel settorespiega Giuseppe Liuzzo, designer e lecturer of brand identity class allo IED -. Dopo aver escluso tematiche classiche come l’ambiente, il razzismo, il bullismo o la droga, difficili da fronteggiare in quanto gli studenti non possedevano un background tale da permettergli di comprendere a pieno l’argomento e con il forte rischio di cadere nei soliti stereotipi e luoghi comuni, si è deciso di analizzare e lavorare sul tema della diversità di fruizione della città di Milano da parte di differenti tipologie di persone.

Il titolo del progetto scelto, “Quanto mi manchi”, “intende sensibilizzare sul come ogni cittadino viva la città di Milano a suo modo e pur pensando che quello sia l’unico modo di viverla in realtà si perde o non nota i milioni di altri modi di vivere il contesto urbano da parte di altri cittadini. Un concetto tutt’altro che banale, il vedere lo stesso luogo con gli occhi di qualcun altro”, conclude Liuzzo.

Alternanza Scuola lavoro, ‘Quanto mi manchi’ in mostra

Le domande poste – con funzione di stimolo all’indagine e alla ricerca – sono state queste:

Secondo te Milano è una città
– Sicura?
– Romantica?
– Visionaria?
– Nervosa?
– Italiana?

Il frutto delle risposte date dal gruppo di 24 studenti è ora sotto gli occhi di tutti, sotto forma di manifesto. Per vederla, l’appuntamento è allo spazio Informagiovani in via Dogana 2 a Milano alle 17.30 di Giovedì 22 Febbraio. La mostra sarà poi visitabile sempre allo Spazio Informagiovani.

 

 

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services