Quello che alle future mamme non dicono

post partum donna

COSA SUCCEDE DOPO PARTO

Tutto bello: il corso preparto, le altre mamme che ti raccontano le loro esperienze (generalmente terribili) del parto o della gestione dei neonati, tutti gli articoli che si possono leggere su internet. Prepararsi alla nascita di un bambino può sembrare semplice, ma ci sono tante piccole cose che – ho notato – vengono omesse. Eccone qualcuna.

1. Allattare è bellissimo: dopo almeno tre settimane
Ovviamente, questo è un parere personale. Ma comunque viene detto poco, secondo me, che all’inizio allattare fa male. A tutti. Quando mia nonna mi diceva: «prepara i capezzoli, perché io ho avuto le ragadi e mi hanno fatto molto male» pensavo che fosse lei a essere stata sfortunata.

Nella mia testa era chiaro che allattare potesse essere un’esperienza dolorosa, ma pensavo solo per alcune donne, quelle cioè che non avevano la giusta conformazione del seno o che non avevano seguito i consigli delle ostetriche.

LEGGI ANCHE: Come muoversi con un neonato ed evitare di stressarsi

Invece, ho scoperto a mie spese che all’inizio allattare fa male a tutte. Almeno finché non si crea il fantomatico «callo» sul capezzolo. Immaginate la mia reazione quando ho sentito la parola «callo».

È vero anche il resto, cioè che poi, dopo un po’ di tempo (nel mio caso tre settimane circa), allattare diventa naturale e bello. Questo anche grazie a litri di olio alle mandorle e a una pasta densissima di lanolina che applicavo sul seno alla fine di ogni poppata.

Chi la dura la vince, e dare il latte materno è sicuramente la scelta preferibile (come dicono pediatri e ostetriche), ma bisogna essere preparate.

2. Suderai di notte
Non succede a tutte, ma ho riscontrato che la sudorazione notturna è molto frequente tra le neomamme. Così, capita di risvegliarsi madide di sudore soprattutto in mezzo ai seni. Ho letto che in questo modo si eliminano i liquidi accumulati durante la gravidanza; comunque sia preparatevi a dormire scoperte, mentre il vostro compagno avrà il piumino addosso.

3. Ti verrà la tendinite
Anche in questo caso, non è un dogma valido per tutte. Ma diciamo che è un disturbo tipico delle neomamme, soprattutto di notte quando il muscolo è freddo. Il rimedio? Purtroppo sarebbe quella di tenere le mani a riposo, ma ovviamente è una soluzione non percorribile al momento. Il medico di base mi ha detto di resistere: ne riparleremo se il dolore continua dopo 6 mesi dalla nascita della mia bimba. La cura possibile sarà quella di mettere un tutore, che dovrebbe dare un bel po’ di sollievo.

PER APPROFONDIRE: Come sopravvivere a un neonato

4. Ti cadranno i capelli
A mazzi proprio. Si chiama «alopecia post-gravidica» o «defluvium post-partum» ed è legata al calo ormonale. Io ho trovato cespugli di capelli caduti dappertutto in casa. Così ho preso la palla al balzo e ho deciso di tagliarli facendomi un bel caschetto lungo che sognavo di avere da tanto tempo. A volte, ci vuole un motivo valido per avere il coraggio di seguire i propri desideri!

5. Tornerai pelosa
I miei peli li ho ritrovati belli e vigorosi il giorno dopo il parto. Non scherzo. Dopo mesi meravigliosi di crescita tendente allo zero, sono tornati subito a popolare il mio corpo. Così una delle prime cose che ho fatto tornata a casa è stata una bella telefonata all’estetista.

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services