Trucchetti per far dormire i neonati: due idee dalle case automobilistiche

trucchi per far dormire neonati

TRUCCHI PER FAR DORMIRE NEONATI

Abbassare le luci e la voce, leggere una storia, cantare una ninna nanna… Sono tutte strategie che dovrebbero facilitare il sonno dei neonati, ma che non sempre sortiscono l’effetto desiderato. Alcuni studi evidenziano che i neo genitori possono ambire a poco più di cinque ore di riposo per notte, perdendo l’equivalente di 44 giorni di sonno durante il primo anno di vita del bambino.

Ma un modo infallibile per far dormire i neonati c’è: farli viaggiare in automobile. Il dolce rollio della macchina in corsa ha come un potere ipnotico e nel giro di pochi minuti, gli occhi del bimbo che in casa non volevano chiudersi, sono magicamente pronti per accedere al mondo dei sogni.

LEGGI ANCHE: Insegnare al bambino a dormire da solo

Ecco che, allora, le case automobilistiche hanno pensato di venire in soccorso di mamme e papà e di ideare e realizzare degli strumenti in grado di riprodurre il movimento dell’auto e di far dormire i neonati in men che non si dica.

THE DREAM CRADLE

Dalla partnership tra Renault e Chicco è stato creato il prototipo della prima base per navicella concepita per riprodurre il cullare tipico di un viaggio in auto, anche in casa propria. “The Dream Cradle” è proprio questo: una base-prototipo su cui posizionare la navicella del passeggino che, con i suoi movimenti, stimola l’addormentamento del bimbo direttamente in casa, senza necessità di utilizzare l’auto.

PER APPROFONDIRE: I bambini devono fare i bambini, il libro

Il movimento della base è attivabile attraverso l’app scaricabile sul proprio dispositivo mobile, e regolabile per intensità, direzione e pendenza.

MAX MOTOR DREAMS

A differenza di Renault e Chicco, che hanno sviluppato un dispositivo da agganciare alla navicella, Ford ha realizzato una vera e propria culla in grado di simulare il movimento dell’auto, ma non solo. Anche questa si gestisce attraverso un’app per smartphone che prima registra e poi riproduce l’oscillazione, le luci e i suoni, vissuti in un viaggio.

GUARDA LE FOTO DELLA CULLA FORD:

Al momento, entrambi i progetti sono ancora in fase di sperimentazione. Quindi, non si sa nulla rispetto alla loro data di uscita e al loro prezzo. Ma dopo le numerose richieste, le società stanno seriamente pensando alla produzione su larga scala di questi oggetti che renderebbero molto più semplici le notti dei genitori.

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services