Sfincione Bagherese, una ricetta tradizionale siciliana per tutta la famiglia

COME FARE LO SFINCIONE

Quando deve partecipare ad un pranzo con bambini annessi organizzato dalle supermamme dei compagni di asilo dei  marmocchi, la wannabemum-tipo inizia a sudare freddo. Le alternative sono: comperare delle focaccine dal fornaio e amen? Scongelare dei prodotti da forno dell’Esselunga e fingere che siano home made? Prendere una giornata di ferie e fare il pane in casa?

Niente panico: grazie ad Angela del sito Ricetta Doc abbiamo una quarta soluzione, che vi consentirà di fare un figurone e di non ipotecare un pomeriggio intero dietro ai fornelli: sperimentatevi nello Sfincione. Si tratta di una ricetta tipica palermitana che vi presentiamo nella variante che trovate nella foto, lo sfincione di Bagheria o (sfincione bagherese che dir si voglia) che noi abbiamo personalmente assaggiato e trovato DELIZIOSA. Per seguire Angela anche sui social network, qui il suo Facebook.

LEGGI ANCHE: Marco Bianchi ci presenta il suo ultimo libro a misura di Wannabemum

SFINCIONE PALERMITANO RICETTA ORIGINALE

Se volete la ricetta dello sfincione palermitano classico, ecco qui il link!

INGREDIENTI

  • 5 cipolle bianche
  • 10 acciughe sott’olio
  • Ricotta 300 gr
  • Formaggio primo sale a fettine 300 gr
  • Pangrattato qb
  • Farina manitoba 300 gr
  • 300 gr di farina di semola rimacinata

SFINCIONE BAGHERESE

Ecco il procedimento: In una terrina mettere la farina e il sale; fate poi un buco al centro (come a ricreare il cratere di un vulcano) e aggiungeteci il cucchiaio di olio extravergine d’oliva. Nel mentre mettete a scaldare l’acqua in un pentolino (non portatelo però ad ebollizione). Una volta tolta dal fuoco, fate sciogliere il cubetto di lievito di birra, e poi unite alla farina. Unite l’acqua a piccole dosi e nel frattempo amalgamate il tutto fino a quando il composto non si compatta. Impastate il tutto per bene e mettete a riposare il composto, coperto con un cencio per circa due o tre ore in un luogo dove non ci siano sbalzi di temperatura e abbastanza caldo. Se usate il lievito istantaneo non c’è bisogno che la pasta riposi ma una volta che l’avete impastata potete stenderla direttamente nelle teglie ed infornarla (per ottenere una pizza più morbida bucherellatela con una forchetta).

LEGGI ANCHE: Frittata vegana con piselli, aneto e orzo

Fate attenzione: se l’acqua che mettete è troppo calda, il lievito si cuoce e la pizza non sarà buona. Se invece l’acqua è fredda il lievito non viene attivato e la pasta non crescerà bene. Quindi la vera difficoltà di questa ricetta è la temperatura dell’acqua, importante per la riuscita di un impasto buono.

SFINCIONE PALERMITANO RICETTA

Se vi piace un impasto morbido e croccante, potete mettere la semola al posto della metà dose della farina; per esempio, se avete 750 gr di farina ne metterete 350 gr circa di semola e 400 gr di farina.
A questo punto spianate la pasta della pizza e condite lo sfincione. Spolverate con una manciata di pangrattato, aggiungete i cubetti di formaggio (mi raccomando dovete esercitare una piccola pressione in modo tale da farli penetrare leggermente nella pasta). Infornare lo sfincione in forno preriscaldato a 180 ⁰C per circa 15/20 minuti. Nel caso in cui i bordi dello sfincione rimangano bianchi, accendere il grill del vostro forno e lasciare dorare. Tirate fuori lo sfincione dal forno, non appena i bordi si saranno cucinati.

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services