“Verso”, la libreria in Corso di Porta Ticinese e il suo spazio dedicato ai bambini

LIBRERIA VERSO MILANO

Due anni di progettazione e l’avvio lo scorso dicembre: in corso di Porta Ticinese 40 nasce la libreria Verso, un luogo dei libri per i turisti e per la gente del quartiere, dove dal martedì al sabato si può entrare – e sfogliare, partecipare agli incontri e ai dibattiti, leggere – fino a mezzanotte (chiusa il lunedì, la libreria apre anche la domenica dalle 10 alle 21). E dove c’è una saletta tutta dedicata ai i bambini, al piano terra. «Per accedervi si passa dalla zona bar – ci racconta la libraria Ilaria MarinelliLa mamma si ferma a prendere il caffè e a scegliere i libri, mentre i bimbi sono protetti in un’area delimitata, senza il rischio che prendano le scale per salire al piano superiore». I libri per bambini e ragazzi sono divisi per fasce di età, da 0 a 14 anni. Una parete è attrezzata con i gradoni per la seduta e ci sono mensole dedicate agli albi illustrati. Il bar è parte integrante della libreria, con tavolini silenziosi, divani, poltrone, wi-fi libero.

Diretta dallo scrittore Davide Mosca, insieme a un team di giovani librai, la libreria è stata ideata da cinque soci: Andrea Gessner (editore di Nottetempo), Pietro Biancardi (editore di Iperborea), Tomaso Biancardi (scout letterario e traduttore), Alessandro Beretta (critico letterario, direttore del Milano Film Festival) e Lisa Sacerdote (photoeditor e autrice di progetti per la fotografia). «Ogni sera, nella fascia post aperitivo, c’è un incontro dedicato agli adulti, per i bambini la sperimentazione riguarda intanto il coinvolgimento delle scuole di quartiere, che hanno risposto molto bene. Fra i primi incontri ci sono stati quelli dedicati agli albi illustrati della casa editrice Babalibri».

Insieme a Ilaria Marinelli, esploriamo il mondo di Verso.

VERSO LIBRERIA BAR

La vostra particolarità?

La scelta di tenere soprattutto e in bella vista gli editori indipendenti. Al pian terreno non seguiamo l’ordine alfabetico ma suddividiamo i volumi in base al marchio editoriale. E non abbiamo i grandi best seller, abbiamo capito che non faceva per noi. Vendiamo il catalogo forte dell’editore, una scelta di base che vale sia per il catalogo dedicato agli adulti che per quello pensato per i bambini.

Come avete deciso di chiamare “Verso” la vostra libreria?

C’erano tante idee e tante teste pensanti fra noi. Una sera durante una riunione qualcuno ha detto “Non c’è verso di uscirne”, e da lì è venuto fuori il nome. Volevamo qualcosa che fosse anche luogo di incontro. Verso si presta a tanti significati: andiamo Verso i libri, Verso gli incontri, Verso la condivisione e i suggerimenti. La risposta del quartiere sembra ottima: ogni settimana la clientela è sempre diversa, visto il gran numero di turisti, nonostante questo abbiamo già i nostri clienti abituali.

LIBRERIA VERSO MILANO TICINESE

In che modo collaborate con le scuole della zona?

Vengono le classi in libreria (una o due per volta), gli incontri durano un’ora e mezza. Ai bambini spieghiamo il mestiere del libraio e raccontiamo alcuni libri. Lavoriamo moltissimo con gli albi illustrati: di solito si tratta di libri che nella biblioteca scolastica sono poco presenti e invece stiamo dimostrando che gli albi illustrati si rivolgono anche a bambini di 7-9 anni. A maggio parteciperemo al Microfestival della Letteratura, organizzato dall’Istituto Leopardi.

LIBRI PER BAMBINI

Qualche consiglio per i nostri lettori: un libro da non perdere per…

  • donne col pancione?
    Nove Mesi – Filastrocche… dal Pancione”: è un libro sagomato con l’immagine della mamma col pancione e accanto il bambino più grande. Si allarga di pagina in pagina, “crescendo” insieme alla pancia della mamma.
  • donne che progettano di avere un figlio?
    Piccola orsa”, in bianco e nero, racconta del risveglio dal letargo di questa orsa con il suo bambino. In teoria è un albo per ragazzi ma rappresenta il modo migliore per capire cosa vuol dire avere un cucciolo accanto. Veramente poetico, le illustrazioni sono meravigliose.
  • bimbi di 2 anni?
    Le mani di papà”, è la storia di un bambino che impara a camminare, tutto visto da un punto di vista particolare: quello dall’altezza delle ginocchia del genitore.
  • bimbi da 2 a 4 anni?
    Buongiorno postino”: qui c’è un postino che porta i piccoli alle famiglie: a papà e mamma scimmia il piccolo di scimmia, agli orsi il piccolo orso, e così via, finché non arriva al Polo Nord, dove dà ai pinguini un uovo. Una volta schiuso, si scopre il contenuto, un coccodrillo: è un libro molto interessante sul concetto di famiglia multietnica. Consiglio anche “Quando il sole si sveglia”, che indica tutto quello che succede da quando il sole sorge fino a quando va a dormire e sorge la luna.
  • bimbi di 5-6 anni?
    Pezzettino”, storia di un quadrotto colorato che vuole girare il mondo. “Il gruffalò” che è diventato il nostro best seller. “La balena nella tempesta”, che racconta l’amicizia fra un bambino solitario e una balena finita sulla spiaggia.
  • bambini dai 7 ai 10 anni?
    La città che sussurrò”, ambientato durante la seconda guerra mondiale: i genitori di Anett hanno nascosto una famiglia di ebrei in cantina. Una storia di coraggio e solidarietà, basata su una vicenda realmente accaduta. Vincitore del Premio Andersen 2015.

LEGGI ANCHE: 5 libri adatti ai bambini per conoscere e non dimenticare la Shoa

E infine…

  • Una storia per bambini che non può mancare nella libreria di casa?
    Per i 100 anni dalla nascita dell’autrice Dahl Roald, sicuramente “GGG”, il Grande Gigante Gentile.
  • La favola della buonanotte?
    La grande fabbrica delle parole”, il bellissimo albo illustrato per bimbi dai 4 anni in su, sul paese dove le parole, per essere pronunciate, vanno comprate e inghiottite. E, per i più piccoli, “Una lettera per Leo”, il primo album per bambini, edito in Italia, di Sergio Ruzzier, illustratore milanese che vive a New York, e che narra la storia dell’amicizia fra il postino Leo e il trovatello Cip. Infine, “Domani inventerò”, un albo che si rivolge sia agli adulti che ai bambini (per sfatare il mito che l’immagine sia solo per più piccoli) e che invita tutti a guardare la vita con occhi nuovi.

L’ESPERIENZA: Una giornata di volontariato con Bookcity Milano, viaggio nelle “città invisibili” dei bambini

LIBRERIA VERSO CONTATTI

corso di Porta Ticinese, 40 (angolo via De Amicis)
tel. 02 83 75 648
www.libreriaverso.com

Orari: dal martedì al sabato 10-24; domenica 10-21

(Credits: la foto a destra, in alto, è di Anna Pisapia)

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services