Come insegnare ai bambini a leggere, i suggerimenti delle esperte

COME INSEGNARE AI BAMBINI A LEGGERE

Verso i 4-5 anni, alcuni bambini cominciano a essere attratti dalle lettere e dalle parole e chiedono di imparare a leggere e a scrivere. Ma cosa possono fare i genitori per soddisfare questa richiesta e com’è meglio intervenire per aiutare i bambini in questa fase? Lo abbiamo chiesto a due esperte: Sara Luna Bruzzone, psicologa psicoterapeuta e autrice di Mammechefatica, e Lella La Fata, insegnante di scuola primaria.

QUANDO INSEGNARE A LEGGERE AI BAMBINI

Iniziamo col dire che non c’è un’età precisa in cui cominciare. Tuttavia, è verso gli 8-9 mesi i bambini possono iniziare a familiarizzare con i libri attraverso il gioco: in questo senso quelli tattili sono molto efficaci. «Si possono stimolare sin da piccolissimi – spiega Sara Luna Bruzzone – senz’altro osservando il buon esempio dei grandi che si appassionano ai libri, ma anche comprando loro libri divertenti, adatti all’età, con colori vivaci e figure semplici, di materiale adeguato, come la plastica dura, magari anche bagnabile».

Bambini che imparano a leggere (fonte: Pinterest)
Bambini che imparano a leggere (fonte: Pinterest)

TECNICHE PER INSEGNARE A LEGGERE AI BAMBINI

Perché il bimbo impari a leggere, è importante che i genitori siano disponibili e che, soprattutto, abbiano pazienza e apprezzino i piccoli passi dei loro figli. «Sarà necessario che il genitore dimostri entusiasmo, abbia tempo a disposizione da dedicare al piccolo e un buon metodo da utilizzare – sottolinea l’insegnante Lella La Fata –. Ogni costrizione sarà bandita mentre le gratificazioni per i successi ottenuti dovranno essere elargite generosamente».

Il primo passo è quello di far associare ai piccoli le lettere ai suoni: «Si farà in modo che il bambino riconosca le lettere dell’alfabeto, meglio se scritte con il carattere stampato maiuscolo, molto più facile da riconoscere e da riprodurre in seguito graficamente – continua l’esperta –. Ciascuna lettera va associata al suono e possibilmente a semplici disegni che raffigurino oggetti il cui nome comincia con la lettera in questione. Si inviterà il piccolo a cercare altri oggetti che si trovano a casa e che cominciano con la stessa lettera. Il suo divertimento è assicurato!».

LEGGI ANCHE: Lettura ad alta voce per i bambini in età prescolare

Solo quando il bimbo avrà imparato a riprodurre anche graficamente sul foglio le diverse lettere, si potrà passare alla fase successiva: «Si individueranno i vari fonemi e subito dopo alla pronuncia di una coppia di lettere, ad esempio “MA”. In seguito alla prima coppia se ne aggiungerà una seconda, ad esempio “RE”. È preferibile sempre spezzettare le parole in ogni loro parte per rendere più semplice al bambino l’apprendimento delle stesse. La parola “MARE” dovrà essere una conquista che lo riempirà di gioia e orgoglio».

Bambina che impara a leggere (fonte: Pinterest)
Bambina che impara a leggere (fonte: Pinterest)

LIBRI PER BAMBINI CHE IMPARANO A LEGGERE

Un ottimo modo per insegnare a leggere ai bambini è quello di leggergli delle storie. Sembra paradossale, ma per appassionarli alla lettura è utilissimo decifrare per loro, quando sono molto piccoli, ciò che c’è scritto nei libri. «Dai 6 anni, poi, con l’inizio della scuola, possono imparare gradualmente a leggere in autonomia – dice le terapeuta Sara Bruzzone –. È bene iniziare con libri facili, con poche scritte e molto grandi, per poi arrivare a storie più complesse e più lunghe. L’importante è stimolare i bambini, ma senza insistere, rispettando i loro tempi. Infatti, la scuola e gli insegnanti sono preposti a dare loro gli strumenti per leggere, mentre i genitori possono contribuire all’apprendimento, ma senza sostituirsi ai docenti. Questo perché spesso mamme e papà hanno delle aspettative molto alte nei confronti dei figli, causando inconsapevolmente in loro una vera e propria ansia da prestazione che ostacola l’apprendimento».

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services