“the Family food”: il libro di ricette naturali a misura di genitori “incasinati”

THE FAMILY FOOD LIBRO

Ricette veloci, sane, colorate, a misura di bambini inappetenti e di genitori sempre di corsa. Questo “the Family food” sembra scritto apposta per noi! Abbiamo incontrato Giulia Mandrino, autrice del volume insieme ad Antonella Alfieri, biologa nutrizionista e microbiologa.

Giulia Mandrino – sociologa, naturopata, curatrice di mammapretaporter.it e thefamilyfood.org – è innanzitutto una mamma di due bimbi, Emma e Tommaso. L’alimentazione naturale, che presenta nel libro in decine di ricette appetitose e da preparare in meno di mezz’ora – suddivise in capitoli, dalla colazione ai primi, dai secondi ai dolci, fino al capitolo “occasioni speciali” – ha cambiato la sua vita, migliorandola dal punto di vista del benessere fisico e di quello psicologico. Giulia educa i suoi bimbi a un’alimentazione a base soprattutto vegetale, ricca di verdure, cereali integrali, legumi, ma anche di alimenti ancora meno noti come le alghe, il tofu, il tempeh, il seitan, i semi oleosi e le bacche di goji.

“Nel libro racconto che già a vent’anni ero una collezionista seriale di cistiti – ci racconta l’autrice – Dopo aver preso antibiotici per anni, mi sono rivolta, su consiglio di un’amica, a un naturopata il cui approccio mi ha letteralmente cambiato la vita. Prima mangiavo quasi solo pasta raffinata con pomodoro o pesto, carne rossa impanata, pomodoro e mozzarella, frutta e un paio di passati di verdura a settimana nella migliore delle ipotesi.

E oggi invece qual è la tua giornata tipo dal punto di vista dell’alimentazione?
In questo momento faccio colazione con chia pudding e/o uovo, gallette di riso e burro di mandorle. Generalmente un estratto a metà mattina bilanciando frutta e verdura. Qualche noce o mandorla se ho fame e almeno due, tre tè/tisane al giorno. A pranzo cereali e verdura, la sera proteine legumi/tacchino/pesce/pollo/uova e verdura.

Passando all’alimentazione naturale cosa è cambiato in te stessa, fisicamente e psicologicamente?
Prima di tutto la cistite è scomparsa, poi la qualità del sonno è diventata incredibilmente buona. Ho iniziato a sentirmi piena di energia e ringiovanita. E i benefici a livello psicologico sono stati inequivocabili: l’ansia a cui sono naturalmente predisposta si è ridotta ai minimi storici e sono diventata molto più serena, in pace con il mondo.

Da quando sei diventata mamma le cose sono cambiate?
Qui arriva il bello! Facile (almeno per me lo era) seguire determinate regole quando non ero mamma. Il difficile arriva quando devi conciliare le tue esigenze con quelle di tuo marito, dei tuoi figli che si sono rimpinzati di proteine animali a scuola e la tua stanchezza che ti porta naturalmente ad aver voglia di carboidrati (senza contare l’esigenza di perdere i kg della gravidanza).

Come sono le tue piccole pesti a tavola?
Emma è una golosissima salutista, lei ha sempre fame ma fa salti di gioia quando le propongo semi di girasole, uvetta o il passato di verdura o in generale vellutate. Ama i cereali integrali e odia pesce, carne e formaggio. È una sgranocchiatrioce compulsiva di finocchi e si offende a morte se non la chiamo quando cucino. Ha un palato molto fine e delicato, riconosce un “intruso” immediatamente. Tommaso è “mio marito in miniatura”, è alla costante ricerca di schifezze (il famigerato junk food!). Con lui è una grande lotta conciliare un clima sereno a tavola e un’alimentazione sana, ma spesso riesco a risolvere camuffando, sotto forma di polpette, legumi e verdure, che lui mangia accompagnandole con maionese di riso.

E poi opto per gli estratti, la vera salvezza per mio marito e mio figlio: ne bevono uno al giorno, in questo modo inserisco frutta e verdura di stagione in gran quantità.

Torta di grano saraceno, una delle ricette naturali di "the Family food"
Torta di grano saraceno, una delle ricette naturali di “the Family food”

Puoi svelarci qualche trucco che applichi ogni giorno quando cucini, per amici e famiglia?
Le spezie, io non posso vivere senza! Per cui il mio consiglio è di iniziare ad usarle! Il secondo trucco è quello di ingannare l’attesa del primo piatto la sera con salsine come hummus, guacamole e salsa rosa. Richiedono un tempo di preparazione minimo e i bambini possono intingere dentro verdura cruda.

Secondo te c’è ancora troppa diffidenza nei confronti di un’alimentazione consapevole, sana, colorata e per di più gustosa?
Credo che le cose si stiano muovendo, anche se al momento siamo ritenuti dei fanatici anche a causa dell’idea erronea di alimentazione meditteranea. “L’alimentazione mediterranea è la migliore” ci dicono, peccato che i più ritengano che questa sia basata su pomodoro, mozzarella, prosciutto, pasta raffinata e carne. Non è assolutamente così: è infatti incentrata su cereali integrali, olio extra vergine di oliva, tantissima frutta e verdura, a cui si aggiungono sporadicamente uova, pesce, latte e molto raramente carne. I nostri nonni mangiavano la carne una volta al mese circa!

the Family food prova a fare proprio questo: divulgare un’alimentazione sana, bella, buona, nuova. La tua famiglia ha qualche piatto preferito tra quelli proposti nel libro?
La torta base: la facciamo in mille varianti e ogni volta rimaniamo fortemente sorpresi. E poi da grande amante dell’etnico non posso che proporvi la mia guacamole, crema di avocado e coriandolo che mangiamo almeno una volta a settimana accompagnandola con verdure fresche tipo pinzimonio.

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services