Ricette di Natale: con l’arrosto della mamma vai sempre sul sicuro. Ed è anche facile da preparare

RICETTE DI NATALE ARROSTO

Da un paio d’anni ho ridotto drasticamente il consumo di carne nella mia dieta, una scelta di salute e rispetto per il pianeta. I pochi sgarri che mi concedo li piazzo sempre ad arte. Uscite, occasioni speciali. In mezzo a tanta moderazione, insomma, il giusto spazio alla golosità. Un piatto al quale non resisto? L’arrosto di vitello della mamma. E quale momento migliore del Natale per abbandonarmi al piacere del suo assaggio? Qui vi svelo la sua ricetta, che le ho visto realizzare tante e tante volte. Magari prima o poi ci provo pure io a farlo, anche se so per certo che non mi riuscirà mai così buono! Però, tentar non nuoce! Provateci anche voi… Il bello è che si prepara in mezz’ora: per il resto del tempo potete lasciarlo cuocere e nel frattempo dedicarvi ad altre mille cose da fare in casa, ricordandovi soltanto di dare un’occhiata alla vostra opera d’arte di tanto in tanto.

ARROSTO DI VITELLO RICETTE DI NATALE

Non stupitevi, ci vogliono davvero i pochi ingredienti che vedete qui sotto. Quello segreto non l’ho ancora scoperto!

TEMPO DI PREPARAZIONE

30′ + 1 h 30′ di cottura lenta

DOSI

8-10 persone

INGREDIENTI

  • 800 g di noce di vitello in un solo pezzo già legato con lo spago da cucina (chiedetelo al macellaio)
  • 1 cipolla bianca
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • brodo (o meglio: acqua e dado granulare)
  • 100 g di funghi porcini secchi (facoltativi)
  • un pizzico di sale (solo se necessario)

PREPARAZIONE

Importantissimo: per un risultato ottimale preparate l’arrosto di vitello il giorno prima. In un tegame largo e non troppo basso (più profondo di una padella, per intenderci) fate rosolare l’arrosto nell’olio, da tutti i lati. Poi aggiungete un trito (piccoli cubetti sottili sottili) di cipolla, continuate a far rosolare senza bruciarla e poi aggiungete il vino e lasciate sfumare ed evaporare del tutto. Se avete scelto di usare i funghi: questi vanno ammollati precedentemente in una tazza di acqua tiepida. Strizzateli, tritateli grossolanamente e aggiungeteli al soffritto, fate insaporire e poi aggiungete la loro acqua filtrata.

A questo punto aggiungete l’acqua tiepida fino a coprire quasi del tutto il pezzo di carne (che “deve affiorare leggermente“, suggerisce la mia mamma). Se non usate i funghi questo passaggio va fatto dopo che il vino è evaporato.

LEGGI ANCHE: Banana bread, non è la solita torta e per prepararlo basta mezz’ora

Condite con il brodo granulare (un paio di cucchiaini colmi dovrebbero bastare, ma non esagerate, che “ad aggiungere si fa sempre in tempo“; controllate quando il sugo si sarà ristretto e in caso aggiustate di sale). Non vi resta che mettere il coperchio lasciando una piccola fessura libera, abbassare la fiamma, e controllare di tanto in tanto (nel frattempo potete rispondere alle mail, giocare con i bambini, telefonare alle amiche, leggere il capitolo di un libro…): dopo un’ora e mezza circa il brodo sarà denso e gustoso (non deve risultare troppo stretto).

Lasciate raffreddare il tutto in pentola e l’indomani procedete ad estrarre la carne e tagliarla, su un tagliere e con un coltello adatto, a fette non troppo spesse, che riporrete nuovamente nel tegame con il loro sugo.

RICETTE DI ARROSTI PER NATALE

Scaldate la preparazione prima di servire. I contorni ideali che a casa mia a Natale non mancano mai? Purè di patate, pisellini e carote in umido (per me, l’accoppiata vincente!) oppure dei semplici spinaci saltati con burro e una spolverata di noce moscata.

 

Facebook Comments
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services